Serre solari: “intelligente” opportunità di risparmio energetico

Le serre solari più propriamente dette serre bioclimatiche, appartengono a quell’insieme di sistemi di risparmio energetico detti passivi in quanto consentono di ridurre il fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale di un edificio sfruttando una risorsa “gratuita” ovvero l’energia presente nelle radiazioni solari.

 

Tali sistemi infatti, costituiti da elementi tecnici “speciali” dell’involucro edilizio, se correttamente progettati e dimensionati forniscono  un un apporto termico “gratuito” aggiuntivo e alternativo rispetto ai sistemi di climatizzazione invernale tradizionali ( Es. la caldaia ), attraverso la captazione, l’accumulo ed il trasferimento dell’energia termica finalizzati al riscaldamento degli ambienti interni.

 

Principi energetici di funzionamento

CAPTAZIONE: i raggi solari permeano attraverso l’involucro trasparente della serra e sotto forma di calore e si diffondono all’interno del locale.

ACCUMULO:  il calore captato viene accumulato nella massa dei materiali costituenti la struttura (pavimenti, pareti, etc.); inoltre quella parte di raggi solari che vengono riflessi dall’involucro dell’edificio restano per buona parte “imprigionati” all’interno della serra essendo trattenuti dalla riflessione delle vetrate interne. In questo modo la temperatura all’interno del locale aumenta e di conseguenza diminuisce la dispersione di calore dall’ambiente climatizzato rispetto allo stato precedente (senza serra).

TRASFERIMENTO:  il calore accumulatosi nelle strutture interne viene quindi ceduto e trasferito all’ambiente climatizzato per irraggiamento e convezione: ciò avviene in modo lento e graduale cosicché i benefici termici permangono nel tempo anche quando la serra non è più irraggiata dal sole durante le ore serali e notturne ( principio del VOLANO TERMICO ).

Serra solare e veranda…

A “prima vista” potrebbero sembrare due strutture analoghe ma per quanto “visivamente” simili, hanno delle prerogative tecnologico-costruttive e normative ben distinte:

Quali sono i vantaggi…

Oltre a quello di riduzione del fabbisogno energetico in regime di climatizzazione invernale di cui è già stato fatto cenno in precedenza ( che comporta di conseguenza un certo risparmio in bolletta ), la SERRA SOLARE o BIOCLIMATICA ha degli interessantissimi vantaggi in termini di possibilità di realizzazione.

Infatti, come già ben spiegato in un altro articolo di questo blog, le classiche verande da balcone sono state pressoché “bandite” dal riassetto normativo ( quantomeno nella Regione Toscana ), che ha equiparato tali vani a veri e propri “ampliamenti volumetrici” condizionandone quindi la “fattibilità” rispetto a quanto invece accadeva qualche anno fa, quando installare tali strutture era praticamente consentito sempre e in qualsiasi situazione.

Oltretutto anche quando fosse possibile installare una veranda oggi giorno, tale operazione comporta un esborso in termini di oneri concessori comunali.

I documenti necessari per realizzare una serra solare sono…

  • PROGETTO ARCHITETTONICO: elaborato progettuale, rendering, etc.
  • PROGETTO TERMOTECNICO: stima del “guadagno energetico” ottenuto con l’installazione della serra
  • S.C.I.A. COMUNALE: permesso edilizio utile a legittimare l’opera da un punto di vista urbanistico
N.B. Non occorre in genere effettuare il deposito del progetto strutturale al GENIO CIVILE in quanto la SERRA SOLARE è considerata al pari di un VOLUME TECNICO e come tale escluso da tale adempimento ( fattispecie prevista nella Regione Toscana – non si esclude l’obbligo di deposito nella altre regioni italiane ndr ).

______________

Segui gli aggiornamenti sulla pagina Facebook  oppure iscriviti al Gruppo Fb Saperecasa per restare sempre aggiornato sulle novità del blog.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.