Pavimenti e rivestimenti in microcemento: una soluzione facile, bella, economica e veloce…

E’ finita l’epoca del “voglio cambiare le piastrelle ma prima devo demolire il rivestimento”

Prima se volevi cambiare una superficie decorativa della tua casa, che fosse una pavimentazione oppure il rivestimento del tuo bagno o della tua cucina, il passaggio obbligatorio era “armarsi di tanta pazienza”, quella che occorreva per far fronte a spese accessorie e polvere.

Non c’era proprio scampo: per cambiare quelle orribili piastrelle si era costretti prima a rimuoverle e allora…

+ martello demolitore

+ cumuli di macerie e polvere

+ via vai di secchi e carrette su e giù per casa

 

Ma non finiva qui…

prima di procedere alla posa del nuovo rivestimento occorreva effettuare le cosiddette “riprese murarie” delle porzioni trattate: infatti togliendo le piastrelle, la colla adesiva rimaneva in parte attaccata alla muratura creando asperità e, quando non accadeva, “strappava” il sottofondo creando un buco da dover appunto “riprendere” prima della posa dei nuovi rivestimenti, un altro costo da dover sostenere.

Oggi invece è possibile procedere in maniera diversa…

Rinnovare una superficie muraria o un pavimento non è mai stato così semplice: ceramica, marmo, cartongesso, calcestruzzo, cemento, gesso, qualunque sia la superficie da rinnovare ( purché sia stabile e compatta ), si può sfruttare il sottofondo già esistente senza dover ricorrere a martello e scalpello o martello demolitore.

Su un rivestimento ceramico o comunque in presenza di superfici poco aderenti, basterà preparare preventivamente il supporto stendendo, in modo semplice e veloce, un foglio di microrete in fibra di vetro facendola aderire al sottofondo mediante una mano di primer fissativo.

Questa operazione avrà il triplice effetto di consolidare il sottofondo, favorire la successiva adesione del prodotto, ma anche livellare quelle lievi imperfezioni di planarità eventualmente presenti.

Sulla superficie così preparata sarà quindi applicata in mani successive ( da 1 mm circa ciascuna ), la miscela in microcemento mediante mestola d’acciaio ( o mestola “americana” ), seguendo un ciclo esecutivo che prevede: stesura, asciugatura, levigatura, pulizia. Il tutto da ripetersi almeno 2/3 volte fino a raggiungere uno spessore di circa 3 mm.

A ciclo concluso sarà applicato uno strato protettivo che conferisce al rivestimento resistenza chimica e meccanica, consentendo di scegliere una finitura satinata, opaca o lucida.

Ed il gioco è fatto!!!

Una varietà ampia di colori ed effetti…

Risultati immagini per microcementoCon il microcemento ci si può sbizzarrire veramente da “farne veramente di tutti i colori!”

Partendo da una cartella di colori base già molto ampia, è possibile combinarli su una stessa superficie…

Sono disponibili tonalità metallizzate…

E’ possibile scegliere l’effetto voluto: velato, graffiato, spatolato…  finitura opaca, satinata, lucida…

Alcuni vantaggi del microcemento…

  • Rivestimento decorativo estremamente versatile.
  • Superficie continua senza giunti nè fughe.
  • Applicazione su pavimenti, pareti e soffitti. Uso in interni ed esterni.
  • Ampia varietà di colori e texture.
  • Applicazione artigianale. Risultati esclusivi e personalizzati.
  • Alta aderenza. Copre qualsiasi superficie
  • Grande resistenza a usura, urti, graffi e prodotti chimici.
  • Impermeabile.
  • Antiscivolo, a seconda delle finiture.
  • Risparmia tempo ed evita lavori complessi. Senza detriti.
  • Grazie a uno spessore del materiale di 2/3 mm non incide sul carico strutturale dell’edificio.
  • Applicazione facile senza necessità di attrezzature specifiche.
  • Materiali naturali. Prodotto ecocompatibile.
  • Di facile manutenzione e pulizia: lavabile con acqua e sapone a pH neutro.
  • Spazi privi di germi e batteri

 Alcune ambientazioni ti chiariranno “il concetto”…

 Ancora non ti sei deciso a realizzare il tuo prossimo progetto con il microcemento?! 

______________

Segui gli aggiornamenti sulla pagina Facebook  oppure iscriviti al Gruppo Fb Saperecasa per restare sempre aggiornato sulle novità del blog.

4 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.